Resistere al fascino del neofemminismo

Non organizzo mai i miei incontri e quindi non sono mai in ansia, non mi importa di quanta gente venga, come direbbero i ciellini sono libera dall’esito. Non importa se vengono quattro persone o cinquecento. Sono successe entrambe le cose (ora che ci penso pure oltre 3mila, al Monastero wifi, e una marea infinita al Family Day) e noi non sappiamo i frutti che può produrre un incontro indipendentemente dai numeri. Però l’incontro di domani lo ho proposto io e quindi mi sento responsabile… ho la sindrome festa delle medie, quando organizzi tutto e hai paura che non venga nessuno e i panini rimangano ammucchiati sul tavolo .
Per favore spargete la voce: alle 21 al Cinema delle provincie parleremo di donne e vita e gender e pornografia e conciliazione lavoro famiglia e di tutto quello che vorrete con Raffaella Frullone e Maria Rachele Ruiu