Siate desiderosi di aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo

Nell’Angelus del 27 ottobre 2019
il Santo Padre ha pronunciato delle parole forti, a conclusione del Sinodo per
l’Amazzonia. Il tema centrale dell’Angelus di questa domenica è stata
l’importanza di annunciare il Vangelo, sia
per ricordare la parola del Signore ai fedeli, sia per condividere il messaggio
di Dio con chi non ha ancora abbracciato la fede.

Ciascun fedele deve essere pronto a lasciare la sua zona di
comfort, il suo lido sicuro, per mettersi in cammino con il Signore e per
annunciare a tutti il suo Vangelo. Il Pontefice ha tenuto a sottolineare quanto
sia utile “uscire da se stessi”.

Noi tutti dobbiamo essere “desiderosi di
aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo
”. Chi testimonia il
messaggio di Dio deve dunque essere pronto a viaggiare anche in territori
inesplorati, che non devono però essere quelli pericolosi delle ideologie.

Nell’Angelus di questa domenica il Pontefice è anche ritornato
sul percorso che ha compiuto insieme ai fedeli nel corso del Sinodo. La vita
dei credenti deve essere una vita di ascolto, nella quale non si devono per
forza nascondere le difficoltà, anzi queste devono essere il punto di partenza
per un cammino da fare insieme, uniti proprio per superare le difficoltà.

Dobbiamo essere consapevoli delle difficoltà in cui versano gli
altri e pronti ad ascoltare le richieste di aiuto e di metterci al servizio del
prossimo. Più volte si è ascoltata la frase più tardi è
troppo tardi
, ecco perché dobbiamo fare di tutto per evitare che le
richieste non vengano accolte.

Il Santo Padre ha concluso con una preghiera ed invocazione alla
Vergine Maria, che con il suo coraggio è riuscita ad entrare nei cuori dei
fedeli e a diventare venerata quale regina dell’Amazzonia. È proprio alla
Vergine che il Pontefice chiede supporto e protezione per i tanti credenti che
la venerano.

L’articolo Siate desiderosi di aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo sembra essere il primo su .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.